Il blog di Sandro Rizzetto

Un anno di film e serie TV (con un po' di PowerBI)

 

Chi mi segue su Twitter (meno dei 5 lettori di questo blog) avrà visto comparire molto spesso delle mini-recensioni su Film e Serie TV viste che espongo anche sul mio sito (qui e qui).

La mania di “catalogare” in un database è insita in me dai tempi di dBase III e Clipper e quindi, quando una ventina di anni orsono iniziai ad avere un impianto Home Theater, mi misi a raccogliere le recensioni dei film visti addirittura con il giudizio/voto diviso tra film e tecnica dei DVD (nei primi tempi c’erano edizioni con qualità audio/video molto diverse); nel 2010 decisi di smettere ma dopo 1 anno e mezzo ho ricominciato su Twitter con la sfida di dare un giudizio nei pochi caratteri a disposizione.

Nel 2021 la decisione di tornare ad un mio db custom e ai voti indicando inoltre la fonte (per rispondere meglio alla domanda degli amici "quali sono i top film che hai visto e dove?"). Stesso discorso per le Serie TV che però hanno una vita più breve (da fine 2015).

Tutta questa pappardella per dire che il 2021 è il primo anno dove posso presentare delle statistiche comprese appunto di voti e canali elaborati tramite un semplice report di PowerBi che vedete qui sotto (vi consiglio di cliccare sull’icona in basso a destra per una visione full screen; i report sono 3 con il secondo e terzo che espongono la lista completa con i giudizi).

Alcune considerazioni: 95 film e 52 serie (mediamente di 8 episodi) sono tanti, non posso che essere contento per l’ammortamento del mio splendido TV OLED 😊

I voti che assegno sono sempre dati “sul momento” e senza leggere altre recensioni, considerare premi, ecc.; certe volte rileggendoli dopo qualche tempo mi dico “potevo dargli mezzo punto in più/in meno” ma è proprio l’immediatezza del giudizio (sempre ovviamente “personalissimo” come il cartellino di Rino) che voglio trasmettere. Un voto maggiore o uguale a 8 per significa “molto bello, da guardare”, 9 o 9.5 sfiora il capolavoro, il 10 finora l’ho dato solo a un Kill Bill che mi aveva letteralmente stregato.

Come si vede dai numeri la fa da padrone Netflix con circa il 50% dei film e delle serie che vedo. Al secondo posto Amazon Prime Video per quanto riguarda i film, mentre SKY spunta l’argento per quanto riguarda le serie (nel mio abbonamento non ho Sky Cinema, quei 3 film sono di periodi in cui l’opzione mi viene aperta come omaggio).

Chiaramente più alti sono i “samples” su cui fare la media, più possibilità c’è che entri qualche porcheria dal voto basso che la abbassa, ecco perché andrebbe tutto pesato sul numero di spettacoli visti.

In questi ultimi giorni sono stato omaggiato da LG di un periodo di tre mesi di abbonamento gratuito ad Apple TV+ e ne ho approfittato per guardare due serie che mi interessavano e un film. Non penso allungherò l’abbonamento (non ho visto molto altro che mi interessa) ma devo riconoscere al servizio di streaming della Mela, la miglior qualità in assoluto sia come video (un ottimo 4k in Dolby Vision con bitrate molto alto) sia come audio, visto che anche la traccia italiana è sempre in Dolby Atmos al contrario di Netflix e Amazon che la riservano solo alla traccia originale (e finalmente posso godermi le casse sul soffitto montate ad arte dall’amico Gerry!)

Se aggiungiamo a questi gli spettacoli di stand-up comedian che guardo assiduamente su Netflix (anche per imparare slang e modi di dire US/UK), qualche partita di calcio europeo e lo zapping sull’app di Youtube le ore passate davanti alla TV non sono poche. Se ci mettiamo anche un paio di e-magazine da leggere sul tablet (Quattroruote, e-Mountainbike), qualche bel articolo tecnico su medium.com e -per fortuna poco- qualche scrollata alla timeline di Twitter, di tempo per leggere libri me ne resta purtroppo poco e infatti la statistica (che tengo in egual modo) è crollata miseramente a meno di uno al mese. Anche se è un alibi che regge poco visto che il 95% di questi film e serie li vede anche Silvia e lei invece raggiunge sempre quota 50/anno o giù di lì :-(

Non posso dire che né nel 2020 né l’anno scorso il lockdown abbia aiutato questi numeri, visto che -per fortuna- ho sempre lavorato normalmente in smart-working e mediamente la TV si accende sempre dopo le 20. Certo che le minori occasioni di viaggio purtroppo hanno lasciato più tempo libero in casa.

Nel 2022 sarei curioso di provare per un periodo di prova Disney+ così da avere una panoramica di più servizi possibili di streaming (sulla tv ho anche l’app di Rakuten ma non ho mai avuto l’occasione di vedere qualcosa). Ah… come vedete niente RAI, Mediaset o altre tv generaliste. Non dico che qualche chicca non si possa trovare ma quando ci si abitua alla qualità 4K, al play-pause-vadoinbagno-play, al bing-watching e a tutti i vantaggi dello streaming, è dura farne a meno.

Aggiungi Commento

Copyright © 1997-2022 Sandro Rizzetto | All Rights Reserved | Riproduzione delle fotografie vietata | Powered by me