Il blog di Sandro Rizzetto

Testival Bressanone e Bike Festival Riva edizioni 2021

 

Per la prima volta nella storia (penso) i due più importanti festival di matrice germanica organizzati nella nostra Regione si sono svolti a distanza di pochi giorni (visto lo spostamento da maggio di quello gardesano causa pandemia). In entrambi i casi sono andato solo per fare un giretto da turista e non in veste di tester, qui sotto alcune appunti mentali (e fotografici) che ho riportato di getto su un famoso forum dedicato all’argomento E-Mtb.

Testival Bressanone (24 set.)

TestivalPer chi fosse nei paraggi di Bressanone, consiglio un giretto al Testival dove ci sono parecchie novità in esposizione e anche in prova (purtroppo pochi esemplari e di solito solo M o L, però testabili su discese e trail veri come quelli della Plose, non nei piazzali). Questi alcuni miei "appunti" e foto fatte in super "point and shot mode" (aka storte, tagliate, controluce, ecc.) con il telefono in modalità superautofullidiotmode :)

Sul mio personalissimo cartellino Giant Reign e Haibike Nduro 7 (entrambe Yamaha PWX3) vincono ai punti. La reign la pensavo piú smilza, soprattutto la E+1 in bianco/nero sembra molto, molto più cicciona di quello che è, mentre la E+0 (verde scuro) ha un aspetto migliore (d'altronde il nero "sfina" ed è il motivo per cui non esistono preservativi neri :) )
Spero solo che sugli esemplari di serie mettano un batticatena perché il chainstay era tutto segnato in modo pesante (allo stand mi hanno chiesto gentilmente di non fare una foto di close-up dicendo che quello era un "campione" e che sanno del problema; se zoomate cmq lo vedete)

Nduro 7 invece ha la linea che mi ha colpito maggiormente per semplicità ed eleganza. Vista vicino ad una Allmnt la "enduro" sembrava quest'ultima e non la 180. Le Allmnt Bosch 750 non sono brutte, ma la zona inferiore ha un qualcosa che mi ricorda il "tascapane" delle prime Moterra o Lapierre. Le Allmnt Yamaha invece purtroppo erano tutte fuori sui trail... ho visto la SE da 10k con il PWX2, pesantissima e massiccia anche quella rispetto alla nduro.

Yamaha (con Shimano) stravince come eleganza dei controlli e dei display. Il nuovo controllo Bosch è abbastanza grande ma non esagerato, è sicuramente ergonomico ma ha una caratteristica a me fastidiosa: è ALTO! ha infatti un collarino che lo deve sollevare di molto per farci stare il collarino freni (di n marche) tra lui e la manopola e questo "distacco" dal manubrio non mi ha strappato l'urlo (sembra quasi più alto del Purion). UI/UX non proprio da "prendo e vado"... cliccando random io non ho ancora capito come si cambia modalità!! Visto su bici senza il Kiox300 comunque è un passo avanti come pulizia cockpit anche se l'essenzialità di reign (due pulsanti e comandi su tubo stile Levo) sono imbattibili. Il Kiox posizionato sopra lo stem è molto elegante, mentre se messo messo fuori (oltre a essere ovviamente esposto) appensantisce un po'.

Conferma in negativo, rispetto al PDF/sito, nella visione dal vivo per Scott Patron. Quanto è bella e ha un senso il celare l'ammo (tranne per setup rebound e manutenzione) per la spark muscolare, tanto è pesante e orpellosa la Patron (ribadisco, ma vale per tutto, SUPER IMHO)
Nella foto del triplo comando (!) potete vedere quanto dicevo del comando bosch.

Le Mondraker Carbon erano tutte fuori, vista la Alu (Crafty RR) in cui è ben riuscita la sezione (pur a parallelepipedo e non stondata come Nduro) del tubo obliquo che la rende più snella di quanto sia.

Sempre bellissime e appetibili Merida (la 10k che ormai sta diventando il prezzo di seconda fascia, sigh!) e la Orbea Wild FS. Per loro e per tutte le altre bici Shimano EP8 e Bosch 625 ho provato però un sentimento di "ma davvero vado a spendere 6,8,10k per una bici che magari mi arriva in primavera estate e sa di vecchio..?!" Ragionamento sbagliato perché si dovrebbe prendere quello che ti serve (a me 52kg ignudo la 750 è solo un aggravio di peso) e non l'ultima novità, ma il cervello (o il famoso "marketttttting") dice il contrario...

Considerazioni su Radon, Lapierre, Scor, Ghost, Flyer (linea molto particolare la vecchia Uproc6, non di mio gusto), Norco, Conway, Corratec e altre che non ho fotografato non ne ho; probabilmente non esistono più bici che vanno "male" e che ti lasciano a piedi ed è un bene che abbiamo così tanta scelta per barattare i nostri reni (e in certi casi fegato e milza, vedi 13.499 della top mondraker).

Tra meno di un mese si replica a Riva. Intanto con le giornate che sta facendo almeno qui in Alto Adige, andate a pedalare con quello che avete, anche pachidermi da 25 kg (cit.)

Visita la Photogallery…

 

Bike Festival Riva (15 ott.)

Bike Festival 2021Location spostata rispetto al solito (essendo la zona un cantiere) in un grande parcheggio sterrato molto polveroso visto che a) lasciano entrare le bici (male!) b) chi le usa è così scemo da tirare frenatoni alzando nuvole di polvere!! Ho detto "entrare" perché la zona è recintata e ai varchi controllano il Green Pass (bene!! con tutto il rispetto per le idee dei novax...)

Rispetto a Bressanone, molte più case presenti; curioso che Cube fosse sul cartellone espositori, ma al suo posto c'era un player locale di vestiti (Carpentari) che probabilmente ha sostituito all'ultimo una defezione perlomeno insolita.

Molti stand completamente depredati dai tester (giustamente), solo che vedere ad es. Giant, con una sola hardtail lì appoggiata e tutto il resto vuoto, faceva un po' strano.

Poche (o nessuna?) bici con il nuovo Bosch date in prova. Haibike dava fuori solo le vecchie Allmnt e esponeva una Bosch750 (la allmnt 11 con una bella verniciatura cangiante del carro). L'ergonomia del comando e del reggisella, se ben posizionato, mi sembra comunque molto buona.

La Scott Patron e la Uproc 6 continuano a non piacermi anche a distanza di due settimane :), mentre Trek ancora "non pervenuta" con le bici 2021; faceva in bella mostra una 9.8XT 2020 con tanto di cartellino di prezzo, ma -confermato dall'omino- non più ordinabile o disponibile.

Molti gli stand "di contorno", alcuni con merce "da mercato" (senza offesa) altri con prodotti "di nicchia" (da pronunciare alla Balasso!!)

Alcune assenze "importanti" sempre presenti nelle scorse edizioni (vado a memoria): SRAM, Cannondale, Hibike.de (dove trovavo sempre qualche "bargain" da comprare)

Ho fotografato un po' di bici e qualche accessorio a caso che ha attirato la mia attenzione (mi sono piaciute molto ad es. le nuove Five Ten Inpact Pro Mid, modello alto cha hanno i malleoli (o forse solo quello interno) in D3O.

Per chi è in zona un salto può valere la pena (ma occhio al traffico da w/e!!)

Visita la Photogallery…

Aggiungi Commento

Copyright © 1997-2021 Sandro Rizzetto | All Rights Reserved | Riproduzione delle fotografie vietata | Powered by me