Il blog di Sandro Rizzetto

Notte delle cantine: buon vino e High ISO test

 

Ieri sera si è tenuta la Notte delle Cantine 2009, evento organizzato dall'Associazione Südtiroler Weinstrasse/Strada del Vino che ha visto 31 cantine della zona tra Terlano e Salorno tenere le porte aperte per una visita e una degustazione dei loro prodotti.

Con il cugino Giampaolo e amorevolmente seguiti dalle rispettive consorti (che hanno salvato i nostri punti patente) abbiamo fatto tappa a Termeno (cantine Hofstätter e Elena Walch), Caldaro (Erste & Neue con la sua bellissima cantina Puntay), Colterenzio/Cornaiano (Cantine Produttori Colterenzio) e ovviamente San Michele/Appiano (Cantina San Michele) a pochi passi da casa mia.

Per quanto riguarda l'aspetto enologico nulla di nuovo...mi sono concentrato sui bianchi (che prediligo rispetto ai rossi) cercando di mettere a frutto ciò che ho appreso ad un recente corso/seminario sui Gewürztraminer. I bianchi altoatesini sono sempre più rinomati e apprezzati anche all'estero e la strada seguita dai produttori in questi ultimi lustri (produzione di bassa quantità e alta qualità) sta dando i suoi frutti. Le visite alle cantine stile "porte aperte" sono state molto interessanti anche se nessuna mostrava le linee di produzione e imbottigliamento ma solo le cantine di stoccaggio nelle barrique o nei silos d'acciaio.

Le degustazioni si dividevano in chi faceva pagare un forfait (la cosa migliore), chi proponeva assaggi (solitamente a 1 euro l'uno, anche questa un'ottima formula) e chi bicchieri interi (da 2 a 3,5 euro). L'unica pecca secondo me era la mancanza assoluta di grissini o altro genere commestibile da abbinare agli assaggi: avrei preferito spendere qualche cosa in più ma avere a disposizione appunto uno spuntino e magari anche dell'acqua con cui sciacquare il palato.

L'evento è stato poi anche l'occasione per testare a fondo le capacità della mia Canon 5DII di lavorare ad alti ISO e di capire come si comportava in condizioni critiche. Ho scelto di escludere sia l'uso del flash, che anche del treppiedi, quindi il test field era di lavorare in condizioni spesso di quasi buio con tempi abbastanza rapidi da escludere mossi (ho sempre scattato a mano libera) e diaframmi ahimè non apertissimi (sul 24-105 e 17-40 il minimo è f4, mentre col 50 fisso ho potuto scendere molto di più fino a f1,4).

Diciamolo subito: miracoli non ne ho visti. Molti scatti sono a 3200 ISO e di rumore ce n'è ancora a pacchi. C'è da dire che io scatto esclusivamente in RAW e che sviluppo in Lightroom 2.3, condizione che non è tra le migliori nel campo del Noise Reduction (NR). Usando infatti DPP di Canon o altri plug-in commerciali come Noise Ninja, Neatimage, Dfine o Noiseware (qui un bel confronto con incluso ACR) si otterrebbero risultati sicuramente migliori.

Ma visto che non è mia intenzione modificare il mio workflow, penso che la prossima volta che mi capiterà di scattare in condizioni simili, applicherò un banale trucco: scattare in RAW+JPEG ! Il Jpeg prodotto dalla macchina infatti ha molto meno rumore del RAW con il quale tra l'altro (non molti lo sanno) NON viene applicata la Custom Function II High Iso Speed Noise Reduction qualunque sia la sua impostazione (Standard, Bassa, Alta).

Nonostante ciò non è che possa dirmi completamente deluso dai risultati. Con le vecchie analogiche non oso neppure pensare cosa sarebbe venuto fuori, idem con le mie vecchie 300D e 30D dove già a 400 ISO il rumore era maggiore. Mi fa solo incazzare Canon per il fatto che se invece di inutili 21 megapixel ne avessero tenuti 12 o al massimo 15 chissà che migliorìe si sarebbero viste...

Il punto finale comunque è che le foto le ho portate a casa, mi sono divertito e avendo la possibilità di scattare ho avuto meno tempo per bere, e il mio fegato ringrazia :-)

Commenti (1) -

  • Giampaolo

    15/06/2009 23:18:10 | Rispondi

    Grazie ancora per la bella serata Sandro e grazie anche alle "consorti salva punti".
    La "cultura del vino" va al di là del semplice bere o annusare e le tue foto ne sono una testimonianza. Come sempre le tue foto sono davvero speciali.
    Ciao ciao.

Pingbacks and trackbacks (1)+

Aggiungi Commento

Copyright © 1997-2017 Sandro Rizzetto | All Rights Reserved | Riproduzione delle fotografie vietata | Powered by me