Il blog di Sandro Rizzetto

Le cose per cui vale la pena vivere

 

Qualcuno forse ricorderà la rubrica del giornale satirico Cuore che ne faceva l'inventario. Oggi ci vorrei aggiungere:

Essere alle 8.30 in cima ad un pista di sci, completamente da solo, e sverginare con le lamine affilate le tracce delle fresate del gatto.

Ultimo week end di apertura delle piste, sole di aprile ma temperatura di gennaio (il termometro digitale in quota a Obereggen segnava -6), neve dura come il marmo (al limite del ghiacciato), i muri Oberholz e Absam Maierl deserti come se fossi l'unico nel comprensorio, le lamine che tracciano solchi profondi, i quadricipiti ancora freddi che urlano, l'ultimo album di Vasco nell'ipod sotto il casco, la nostalgia per la stagione finita...

Commenti (2) -

  • stefano

    15/04/2008 20:04:15 | Rispondi

    ma non mi dovevi chiamare per l'ultima uscita. ciao Stefano

  • Giampaolo Rizzonelli

    16/04/2008 00:25:53 | Rispondi

    vai in m....
    che invidia...
    beh conservo comunque il ricordo di una sciata simile fatta con te, il 1 dicembre 2007, stesso posto, stessa ora, stessa temperatura, stesse piste, stessi "gatti"...
    ciao

Aggiungi Commento

Copyright © 1997-2017 Sandro Rizzetto | All Rights Reserved | Riproduzione delle fotografie vietata | Powered by me