Il blog di Sandro Rizzetto

Netflix, Chromecast vs PS3

 

Quando un mesetto fa Netflix ha aperto i battenti in Italia, non disponendo di una moderna Smart-TV ma di un obsoleto Plasma Kuro (che non scambierei con uno smart-led/lcd/dimmingsailcazz per nulla al mondo) dovevo capire come portare il segnale del nuovo streaming-media all'impianto HT composto appunto da TV e ampli.

Avevo appena cliccato sul bottone "Order now" del sito Google per comprare la nuova versione della Chromecast, quando l'amico Roberto mi fa "ma perché non usi la tua PS3" ? :-( Va beh, 39€ non sono un gran investimento ed inoltre la piccola "chiavetta" mi ha fatto scoprire nuovi mondi come l'ascolto in alta qualità di Spotify, i fantastici video freeride di Redbull TV, ecc.

La PS3 invece giaceva impolverata e inutilizzata da molto tempo, visto che per DVD/BD e soprattutto come client DNLA del NAS le ho preferito un onesto Pioneer BD-170 che si mangia tutti i formati video (mkv, ecc.) al contrario della schizzinosa console Sony.

Quale media usare quindi per la visione di Narcos, Sense8, Jessica Jones? Ecco alcuni pros and cons di alcuni giorni di visione.

01-IMG_0174

Qualità audio e video

Piccola premessa: la mia Chromecast (come la PS3) è ovviamente collegata all'ampli HT e non alla TV, che non dispone neanche delle casse; ampli che ho settato in modalità "pass-through" per questo mini-test in modo da valutare il segnale che arriva direttamente dai due devices. Intanto ho fugato subito uno dei dubbi che avevo: ma la piccola Chromecast porterà il segnale audio Dolby Digital? Perché in caso contrario, la prova sarebbe finita qui… Invece  oltre all'AC3 è supportato anche l'E-AC3 meglio conosciuto come Dolby Digital Plus (che il mio vecchio Onkyo non possiede e viene convertito in Dolby EX). Per il video invece 1080p che, a Dio e Telecom piacendo, al momento riesco a streammare senza problemi con un'Alice a 20Mbit. Se per l'audio il confronto non è dei più semplici, per il video lo switch di scene uguali è fattibile e il verdetto è stato: PAREGGIO! Nel senso che non ho trovato particolari differenze né sul dettaglio, né su ombre chiuse o luci bruciate. E l'audio, essendo lo stesso bitstream digitale, quello è…

Tempo di Startup e silenziosità

01-IMG_0178Chi è il più veloce tra il primo click sul mio Logitech Harmony e l'inizio della visione di un programma? Se si ha subito sottomano lo smartphone o il tablet, che sono i driver nel caso della Chromecast, quest'ultima vince. Il tempo di boot della PS3, disclaimer sull'epilessia (!), muoversi sul menu, lancio dell'app e suo caricamento è sicuramente più lento che un paio di "ditate" sullo schermo dei mobile-devices…Seppure molto contenuto, i pochi decibel della ventola della PS3 sono sempre più rumorosi dello zero assoluto della Chromecast. Il caricamento del film o dell'episodio a inizio visione o quando si salta in un punto preciso non posso valutarlo scientificamente, certe volte mi sembrava molto più veloce la PS3, mentre in altre occasioni il buffering avveniva più rapidamente da Chromecast, probabilmente è tutto legato alla rete e non al tipo di app/device (c'è da dire che la mia PS3 è cablata con un cavo eth a 1 gbit mentre la Chromecast è in WiFi, anche se i 54Mbit della Wlan sono comunque molto superiori e sufficienti per i max 20 di internet).

Menu, Ricerche, UI

01-IMG_0180La User Interface della PS3 rispetto alla app Android  è leggermente più curata e con più informazioni subito disponibili; muoversi tra i menu e tra le varie offerte con il joystick-pad o con il cursore del telecomando Logitech (che io preferisco non essendo un giocatore) è molto agevole. Dove ovviamente il touch della app Android vince a mani basse è quando si vuole cercare qualcosa digitando con la tastiera. Ovviamente non c'è storia, si è molto più veloci con il device mobile in mano (e una tastiera virtuale seria come la Swiftkey!).


Controlli

Qui la sfida si fa interessante… cosa è meglio per i classici controlli play, pause, ffwd, rew ? La PS3 offre uno slider con una serie di thumbnail che può essere fatto avanzare a step di 10 secondi muovendo freccia dx/sx, L3/R3  o L2/R2 (fig. a sinistra). Tenendo premuti questi ultimi si attiva una modalità "x2" o "x3" che fa avanzare molto velocemente lo streaming. Diciamo che è molto comodo per saltare piccoli step (es. so che la sigla iniziale dura 30 secondi o un minuto e in pochi tocchi l'ho saltata), mentre è più laborioso se devo andare ad un punto preciso "lontano" (es. dopo 40 minuti). È anche vero che per fortuna Netflix si ricorda dove eravamo arrivati se abbiamo interrotto la visione e quindi grossi salti dovrebbero essere più rari. Per la navigazione con l'app Android invece vale il contrario (fig. a dx): il click con il touch sullo slider è molto comodo per grossi spostamenti, mentre soprattutto con device piccoli come lo smartphone, spostamenti piccoli di pochi secondi sono molto più difficili. Molto comodo invece il tasto "torna indietro di 30 secondi" che serve soprattutto quando la moglie ti parla e ti sei perso l'ultima battuta :-) In conclusione darei anche qui un pareggio…

01-IMG_0181andr

Cambio Audio e Sottotitoli

La PS3 mi è sembrata in alcuni casi molto più veloce a cambiare al volo il canale audio in un'altra lingua o con altro formato (5.1 rispetto a 2.0), però potrebbe essere stato un problema di rete. Sui sottotitoli invece stavo per decretare assoluto perdente la ps3 quando durante un episodio di How I met your mother li ho visti comparire in giallo (odiosi!), ma poi ho capito che erano così su tutti i device (essendo probabilmente cablati nello stream e non applicati ex-post dal device come avviene invece per i file .srt). Una cosa molto curiosa che invece ho notato è che alcuni sottotitoli "extra" sono dipendenti da qualche variabile sconosciuta, mi spiego meglio. Nella parti di Narcos dove parlano spagnolo, anche se l'impostazione sottotitoli è su "Disattivato" questi escono comunque in quanto la lingua principale è italiano. Ebbene, streammando dallo smartphone mi escono in inglese, mentre dal tablet (o dalla PS3) in italiano. La Chromecast, ho controllato, ha settato l'italiano come lingua e così anche il mio S5…boh! fatto sta che la visione della prima puntata è stata molto impegnativa con il doppio salto mentale "hijo de puta, son of a bitch. figlio di…." :-)

Il meglio dei due mondi ?

Cercando in rete alcune informazioni mi sono imbattuto in questa pagina dove si spiega come usare la funzionalità di 2nd screen di Netflix. In pratica si lancia l'app su Android e la si "casta" sulla PS3 invece che sulla Chromecast. Unico vincolo è che entrambi siano collegati alla stessa WiFi.

E il Pc ?

Ormai molti PC sono dotati di uscita HDMI e visto che Netflix offre la sua app anche per Windows 10 potrebbe essere un'alternativa per qualcuno. Personalmente la mancanza di un telecomando ne fa una scelta subito da scartare, inoltre sul mio setup (due monitor uno collegato in DVI e l'altro in DisplayPort) il video è sempre nero, mentre sul lcd del notebook funziona. Penso sia colpa qualche protezione per cui il segnale per motivi di anti-pirateria non viene fatto passare (anche se qualche trucco esiste…). Bocciato in pieno.

Conclusioni

Un vincitore assoluto non l'ho trovato. Lo smartphone o il tablet a portata di mano sul divano ormai lo si hai quasi sempre, quindi non è neanche questione di maggior comodità. Se qualcuno avesse già la PS3 e pensava di comprare la Chromecast solo per Netflix, potrei sconsigliarlo ma come dicevo in apertura per il prezzo esiguo e le altre applicazioni resta comunque una buona scelta. Onore inoltre a Google per averci messo dentro componenti (DAC audio, componenti video, ecc.) di qualità che per quella cifra non ti aspetteresti.

Aggiungi Commento

Copyright © 1997-2017 Sandro Rizzetto | All Rights Reserved | Riproduzione delle fotografie vietata | Powered by me