Il blog di Sandro Rizzetto

Kentico 8, molto più che un upgrade

 

KenticoCMS è il prodotto di Content Management System che uso ormai da molti anni per la gestione dei nostri siti corporate e di prodotto (ne ho parlato più volte anche qui). Da qualche mese è uscita la nuova versione 8.0 che a differenza di altri major upgrade introduce moltissime novità che lo pongono ormai come un prodotto top (anche a livello di prezzo purtroppo) nel panorama dei CMS/EMS enterprise.

UI Redesign

Il più evidente e lampante cambiamento sta nell’interfaccia grafica che assume ora il Backoffice. Innanzitutto non vi è più una separazione tra CMSDesk (quello che usavano gli editor) e CMSSiteManager (admin e power users), ma tutto si svolge all’interno di un’unica dashboard raggiungibile sotto il path “/Admin”. La grafica inoltre è stata radicalmente cambiata con un stile molto più moderno (oserei direi appunto alla ModernUI) e “mobile-oriented”, e anche se non tutta la UI è ancora completamente responsive, ci si avvicina molto. Il main menu a “tiles” è sensibile ai diritti dello user (un admin vedrà tutto, un editor solo le parti a cui ha accesso) ed è inoltre possibile configurarlo per determinati ruoli. A sinistra un panel collassabile ci apre un tree-menu suddiviso per tematica con tutti i vari comandi (chiamati ora Applications) che prima trovavamo sparsi in mille schermate. Il primo approccio, come sempre accade per le grosse novità come ad esempio i ribbon di Office 2007, è un po’ disarmante e non ci si ritrova per niente, ma basta pochissimo per abituarsi e rendersi conto che è stato fatto un grosso e ottimo lavoro di UX/UI Design come testimonia il video qui sotto

image

 

Le novità di UI introdotte per facilitare l’uso del sistema sono decine, e non è questo il posto per elencarle tutte, ne cito solo alcune per dare l’idea di come andrebbe affrontato in modo serio un renew di interfaccia grafica che non coinvolga solo l’estetica ma soprattutto le funzionalità.

  • il menu Applications ha un search alla windows 8 per trovare subito il comando che si cerca
  • ogni tipologia/gruppo ha un colore ben definito in TUTTO il cms, quindi se vedo un tile o un’icona arancione so che si tratta di e-commerce, verde di Content Management, ecc.
  • molte cose sono state spostate o riorganizzate per dare più spazio possibile all’editing dei contenuti (es. breadcrumb sempre in alto sull’header, i tabs delle varie sezioni sono ora verticali nel pannello a sinistra e auto-collassanti quando ce n’è bisogno, gli horizontal tabs rimangono in casi specifici e i sottolivelli sono menu a scomparsa, ecc.)
  • le icone sono ora tutte font-icons e hanno uno stile coerente e moderno
  • tecnicamente il tutto è basato sul framework bootstrap e viene fatto molto uso di jQuery (abbandonando, anche se non del tutto, il concetto di framesets e iframe)

 

image  image

image

Help e Documentazione

Da responsabile del settore manualistica dei nostri prodotti, non posso che apprezzare il grosso sforzo di ripensare tutta la parte di documentazione e help online all’interno del sistema. La Full Documentation è veramente ricca ed esaustiva di ogni dettaglio; curioso il fatto che per crearla abbiano usato un sistema di editing di un’altra software house (Confluence di Atlassian). L’Help interno invece è sensibile al contesto, offre sezioni di How to… e nelle maschere praticamente ogni campo offre il popup di minispiegazione.

imageimage

Content Management

Molte le novità nel modulo principale del prodotto:

  • il CKEditor è stato aggiornato alla v4 e offre un miglior supporto cross-browser
  • i Workflow si possono applicare al volo per ogni pagina con un semplice click
  • il processo di traduzione può ora essere integrato col servizio offerto da Translations.com
  • è stato introdotto il concetto di Document Scope (prima applicabile solo a workflow e templates); questo permette ad esempio di consentire la creazione di un certo tipo di documenti a partire da certo path (es. tutti i documenti sotto il path “/SalesNetwork” devono essere di tipo “Distributor Address”)

Search

Il servizio di search offerto da un CMS che può potenzialmente essere usato da portali con decine di migliaia di pagine, non può essere sottovalutato; ogni utente ormai si aspetta un’esperienza simile a Google e quindi velocità, predizione e altre feature:

  • Lo smart-search di Kentico si è sempre basato su una libreria chiamata Lucene.NET ora aggiornata alla 3.0.3; il provider di search è stato però reso intercambiabile (tramite un layer abstract messo in mezzo) e quindi sarà possibile usare altri provider
  • hanno aggiunto una ricerca fuzzy per le ricerche contenenti errori di battitura e una che supporta i sinonimi
  • in fase di creazione di un indice, è possibile aggiungere delle parole “derivate” (stemming) in modo da trovare termini simili (es. Conditional e Conditions che hanno la radice comune di Condition)
  • esiste ora un predictive search realizzato tramite un autocomplete della textbox di search
  • una grossa novità del servizio di indexing è la possibilità di indicizzare oltre ai contenuti anche file PDF, file di MS Office e file ascii (txt, csv, html, xml) inseriti come attachments o come CMS.File

E-Commerce

E’ un modulo che personalmente non uso ma ne cito qui alcune novità, una delle quali (la prima) mi ha fatto un po’ sorridere; nel CMS che avevo personalmente sviluppato all’inizio degli anni 2000 era una feature che già esisteva…

  • Le varianti (es. taglia o colore di un capo di abbigliamento) possono ora avere un prezzo e un codice articolo diverso dal main product
  • È possibile assegnare al volo e in maniera molto più veloce le categorie (divise tra option e attribute)
  • Gestione degli sconti migliorata in presenza di più regole (rule “best wins”) sia per il singolo prodotto che per l’intero ordine o anche per il “free-shipping”
  • Possibilità di customizzare il processo di check-out per renderlo più semplice e con meno passi (fino al one-step-checkout)
  • Integrazione con il servizio di raccomandazioni di Strands (che opera sulla base di comportamenti “comuni” di certi utenti ma non è personalizzabile one-to-one come vedremo sotto con le Personas)

image

Online Marketing

E’ stato introdotto il concetto di “Personas” che rappresentano una certa tipologia di utenti ognuno con determinate caratteristiche. Ad ogni tipologia (es. “Gianni il nerd”, “Marta la casalinga”, “PierGiorgio il teenager social”) si assegna una soglia di punti e  una serie di regole ognuna delle quali ha un suo punteggio; ad esempio “età sotto i 25 anni = 30punti”, “si è iscritto alla newsletter =  50punti”, ecc. Quando un utente supera tale soglia entra di diritto in una di quelle categoria (diventa una “Persona” di quel tipo e solo di quella).

A questo punto possiamo personalizzare l’esperienza di navigazione del sito per ogni tipo di Persona con contenuti mirati, newsletter specifiche, raccomandazioni, ecc.

image

Form Builder

Non ho usato molto spesso questo modulo, in quanto faccio sempre prima a scrivermi una pagina aspx/c# custom visto che poi i dati del form li devo trattare con miei altri databases (crm, intranet, vendite, ecc.). Rispetto alle versioni precedenti la creazione di form anche complessi con validazioni predefinite e custom, sembra molto migliorata:

imageimage

Social & Community

  • Migliorato il mapping degli utenti con il login di Facebook
  • Semplificato il modo di postare su Facebok o Twitter o qualsiasi altra “app” social (visto che il procedimento ora è uguale per ogni app che andiamo a registrare)
  • Statistiche sui posts dei social network (se si usa il modulo interno Analytics, io mi affido al caro e vecchio Google)

Varie

Sono decine e decine le modifiche in vari altri punti; dalla membership (claim-based authentication, reCaptcha) all’architettura, dal loro linguaggio per le macro (K#) alle API che sono state riorganizzate e cambiate pesantemente in termini di namespaces (cosa che durante un processo di upgrade o riutilizzando parti sviluppate per la v7 può portare qualche inconveniente).

Il supporto al Cloud Azure è stato migliorato ulteriormente (Azure SDK 2.2), così come l’integrazione in Visual Studio con progetti MVC (l’installer chiede ora se vogliamo che il progetto sia di tipo Webproject, Website o MVC).

Upgrade da versioni precedenti

Ho iniziato a usare Kentico dalla versione 4.0 e ho quindi passato alcuni upgrade path (5, 5.5, 6, 7). Tutti sono stati molto smooth e senza particolari problemi. Soprattutto da quando è stato introdotto il Kentico Installation Manager (il mitico KIM!) i passi da compiere sono veramente minimi. Qui però stiamo parlando di una change-release molto importante dove soprattutto i 5390 (!) cambiamenti di molte API possono portare quasi sicuramente ad avere un progetto non–compilabile e inusabile. Fortunatamente il processo di upgrade è stato fortemente documentato, ed inoltre è stato creato un apposito tool (realizzato con l’engine Microsoft Roslyn) che analizza il nostro progetto e butta fuori tutte le possibili issue su cui dovremmo intervenire. Molto più comodo che tentare Shift-F6 decine di volte e andare a correggere mano a mano gli errori. In alcuni casi poi il tool può risolvere da solo la problematica, mentre in altri dovremmo intervenire noi manualmente. Al momento non ho ancora upgradato i miei siti principali (ne ho solo sviluppato uno ex-novo con la 8), vi saprò dire quanto painful sia stato il processo!

Conclusioni

Continuo a ritenere Kentico uno dei migliori prodotti CMS esistenti, sicuramente il migliore in ambiente Microsoft (non ho così tanta esperienza sui prodotti della piattaforma Linux/Php/MySql per decretarlo il #1 assoluto). A mio avviso la politica commerciale che ha visto nel tempo alzare di molto i prezzi, ne penalizza la diffusione (io stesso faccio fatica a consigliarlo ad una piccola ditta o ente/associazione). È vero che esiste una versione free, ma le sue limitazioni (es. il multilingua) non sempre lo rendono il prodotto adatto. Probabilmente ora il prodotto è più profitable, e la scelta dal punto di vista manageriale è stata giusta; se siete una PMI o un’organizzazione che ha bisogno di un CMS/EMS “serio”, Kentico è il prodotto giusto!

Aggiungi Commento

Copyright © 1997-2017 Sandro Rizzetto | All Rights Reserved | Riproduzione delle fotografie vietata | Powered by me