Il blog di Sandro Rizzetto

Donazioni Unicef pro Birmania: falso phishing

 

Oggi mi è arrivata una email dall'Unicef (attraverso TicketOne) che mi invitava a compiere una donazione a favore dei bambini birmani colpiti dal tifone Nargis. Già ero preallarmato da una news che avevo letto ieri, e poi il mega alert di Outlook che mi diceva trattarsi di un phishing unito ad un po' di esperienza mi aveva subito convinto che al mondo esistono dei bastardi che lucrano su disgrazie altrui. Dopo aver cestinato la mail, ho però voluto controllare meglio e andando sul sito dell'Unicef ho scoperto che per questa volta non si tratta di frode, ma solo di "ignoranza" informatica di chi ha preparato la newsletter:

Ovvio che anche il più banale dei controlli automatici lo segnali come pericoloso... Peccato perché rischiano di perdere occasioni per tirare su dei fondi che in questo momento servono come il pane. Essendo stato in Birmania l'anno scorso, non posso che dispiacermi per l'immane tragedia che quel meraviglioso popolo sta passando: già stremato dalla dittatura e dalla povertà, ora anche la natura si accanisce... mah, veramente ancora una volta di più viene da pensare che siamo fortunati...

PS alla fine la donazione l'ho fatta... sapere che con il costo di una cena al ristorante (70 euro) compri 1000 (MILLE) kit di sali reidratanti per curare dissenteria e altre patologie, ti fa un po' vergognare. Se con questo post sono riuscito a convincere qualcuno a fare altrettanto, ne sarò molto felice.

Aggiungi Commento

Copyright © 1997-2017 Sandro Rizzetto | All Rights Reserved | Riproduzione delle fotografie vietata | Powered by me