Il blog di Sandro Rizzetto

SwiftKey X, la tastiera preveggente

 

Ero molto curioso di sapere quale sarebbe stato il mio primo acquisto sul Market Android: un gioco? (come fu Need for Speed sull’iPhone di Silvia), qualche apps legata ai viaggi ? una versione pro di qualche app che già uso (ci stavo pensando per Runtastic Pro ma ho iniziato a usare Sports-Tracker)?

Invece l’onore del primo Google Checkout (1,38 €) è andato ad una tastiera (SwiftKey X Phone) da usare in sostituzione a quella stock di Android/Samsung e alla alternativa Swipe (anch’essa di serie sul Galaxy SII).

La cosa che mi ha attratto (oltre alle recensioni tutte entusiastiche e a 5 stelle) a prima vista è stata la presenza delle 4 freccie del cursore… o sono imbranato io o ogni volta che dovevo spostare il cursore in qualche punto di un testo perdevo secondi preziosi. Quattro o cinque tap sul tasto freccia-sx, per esempio per tornare indietro, mi sembrano molto piú efficaci.

E poi il punto di domanda direttamente nella prima pagina. Passare alla seconda schermata dei simboli ogni volta che in un SMS dove chiedere qualcosa (e mi capita sovente) era un po’ rognoso.

La possibilità di cambiare vari skin (dark, light, neon) non mi interessava più di tanto (non sono così fashion), mentre la sbandierata “learn-from-cloud” mi sembrava più fuffa marketing.

Invece… questa tastiera è magica!!! Ti legge nel pensiero. Quello che vedete sotto è il primo typing dopo l’installazione e volevo scrivere (GIURO!) “Ciao sto scrivendo con swiftkey”. Come cavolo ha fatto a suggerirmi “scrivendo” solo da una “s” ???? Sono rimasto basito.

SC20110714-232629

 

Quello che sta alla base dei suggerimenti è proprio l’autoapprendimento che può fare non dopo giorni o settimane di uso, ma da subito andando a spulciare i tuoi SMS, i tuoi profili social di Facebook e Twitter e il tuo account Gmail.

SC20110715-185419.jpeg

Tramite questa mole di dati, SwiftKey impara DA SUBITO come scrivi TU e quali parole usi di frequente. Solo facendogli leggere i miei SMS (che in un mese di vita non sono moltissimi) ha imparato il mio stile e mi suggeriva dopo poche lettere nomi e parole del MIO vocabolario. Geniale!

E se ci pensate questo è fondamentale per tutti quelle persone che scrivono in una lingua che non ha un dizionario sottostante. Come dite ?? Quale lingua ormai non ha un dizionario ufficiale supportato (e Swiftkey propone tra gli altri il catalano, l’indonesiano e molti altri) ? Ma il Südtirolese ovviamente Smile

Sarei curioso di farla provare a qualche mio conterraneo che sicuramente chatta o colloquia in dialetto stretto… per capirci meglio, questo è un esempio di conversazione su FB tratta da un amico tedesco (che spero non legga). Ci scommettiamo che SwiftKey dopo il learn (o dopo un po’ di uso) saprebbe suggerire “isch” “do mog” (che nel vocabolario tedesco di sicuro non ci sono) e anche “almeno” o “magari” (parole che non so perchè vengono spesso usate in italiano).

image

Insomma oltre che consigliarla per il prezzo (ridicolo), per l’ottimo feeling e per tutte le feature che la tastiera stock non ha, il plus è proprio questo learn-by-you.

Se qualche amico di madrelingua tedesca ci vuole provare mi faccia sapere i risultati.

PS Thomas… no, tu non puoi… purtroppo l’iphone non permette di cambiare la tastiera standard Smile

 

UPDATE: acquistata anche per il Tablet eee Pad Transformer…molto comoda da usare con lo skin “aperto” solo con i pollici

P20110807185033

Pingbacks and trackbacks (2)+

Aggiungi Commento

Copyright © 1997-2017 Sandro Rizzetto | All Rights Reserved | Riproduzione delle fotografie vietata | Powered by me