Il blog di Sandro Rizzetto

Ryan Air è sempre meno BrianAir

 

Ryan Air, lo sappiamo, è stata la prima compagnia low-cost ad apparire sul mercato e tutti dovremmo esserle grati per aver fatto abbassare le tariffe spropositate alle compagnie di bandiera. Oggi non è più ovviamente la sola, e il numero di possibilità per cercare il tuo volo con un click è praticamente infinito. Dopo qualche viaggio in capitali europee a pochi euro, avevo però smesso di usarla per il suo "tirare troppo la corda" su finte offerte che poi alla fine dei conti (bagaglio, assegnazione posto, fee carta di credito, ecc.) si rivelavano poco concorrenziali rispetto a voli di linea che avevano il vantaggio di orari molto più comodi e "umani" (se per 20 o 30 euro in più posso partire non alle 6 di mattina e arrivare, ad es. a CDG invece che quasi in Normandia, non ci penso 2 volte!)

Pochi giorni fa comunque sono stato "costretto" a riusare la compagnia irlandese visto che era l'unica soluzione per raggiungere la meta delle nostre vacanze balneari sull'isola greca di Cefalonia. E devo dire che ho trovato meno rigidità e più trasparenza. Il bagagliaio stivato si paga sempre a parte (35€ per 15kg e 45€ per 20kg a tratta) ma quello a mano può pesare fino a 10kg e con le misure da trolley (somma lati 115cm); inoltre non c'è il vincolo tassativo dell'unico bagaglio come su easyjet che costringe alle comiche infilate di borse e borsette stile matrioska. Il check-in online fattibile da 7gg a 2ore prima dell'imbarco assegna automaticamente i posti (oppure permette di acquistare quelli desiderati a 10€ o 15€ per quelli più comodi) ed evita quindi le ridicole corse dei primi anni che ricordavano l'accapparamento dei sedili in fondo sul pullman della gita scolastica! Occhio solo a sincerarvi che in hotel (se siete via più di 7 giorni) ci sia a disposizione una stampante, in quanto molti scali non sono predisposti a leggere la carta d'imbarco dal pdf del vostro smartphone/tablet/laptop; qui ritorna l'animo furbetto di Mr O'Leary... se ti compri il posto, il check in puoi farlo fino a 30 giorni prima invece che 7!

Insomma, dopo alcune sparate che sicuramente erano più marketing che altro (il bagno a pagamento, posti in piedi, ecc.) sembra che abbiano capito la lezione... la gente vuole sì risparmiare, ma non vuole essere trattata come merce su un carro bestiame! Non per nulla dallo stile spartano e no-frills, stanno pensando addirittura alla business class! Forse le parodie della BrianAir sono servite a farli rinsavire :-)

 

Aggiungi Commento

Copyright © 1997-2017 Sandro Rizzetto | All Rights Reserved | Riproduzione delle fotografie vietata | Powered by me