Il blog di Sandro Rizzetto

RedGate e Reflector: come rovinarsi la reputazione

 

Come presumo tutti i programmatori .NET sanno, un paio di anni fa RedGate decise di comprare dal buon Lutz Roeder il famoso (e indispensabile) tool .NET Reflector, mantenendolo gratuito e continuandone lo sviluppo; questo fino a poco tempo fa.

Un paio di mesi orsono infatti, uscì la notizia che la versione 7 non sarebbe stata più free: niente da obiettare, una società ha (anche) lo scopo di fare profitti e visto anche il prezzo più che ragionevole (25 euro la versione standalone) non avrei avuto nessuna difficoltà a comprarlo.

L’altro giorno però leggo questo post dove tra le altre cose si dice che alcuni utenti si sono trovati con il “vecchio” Reflector eliminato dal disco dopo avere detto di NON voler eseguire l’update a pagamento.

Figurarsi, mi sono detto… è quasi al limite della legalità! E invece quei geni di RedGate hanno fatto proprio questo. Già nelle vecchie copie (DICHIARATE FREE DA LORO STESSI) avevano infilato  un time-bombing con il quale ti cancellano dal disco il .exe o nel caso non autorizzi il programmino (perchè spero tutti usino UAC o un utente non-admin!!) il programma comunque crasha con una eccezione.

Se non ci credete guardate qui (NB: lo screen recorder che ho usato non registra la richiesta di UAC di eseguire un ingannevole tmp3C57.exe che è proprio l’”eliminator”):

 

Che peccato… Fin dai tempi del primissimo SqlPrompt avevo sempre ammirato e elogiato questa software house, ma questa mi pare una bruttissima caduta di stile.

Proprio oggi ero con il dito sul Buy Now per il ANTS Memory Profiler, ma giuro che se stasera trovo un prodotto concorrente simile, compro quello.

A proposito: stanno nascendo alternative free anche di Reflector come ILSpy . Non sono un fan dell’Open Source o del Free ad ogni costo. Ma del far rimpiangere e punire l’arroganza, quello si!

Aggiungi Commento

Copyright © 1997-2017 Sandro Rizzetto | All Rights Reserved | Riproduzione delle fotografie vietata | Powered by me