Il blog di Sandro Rizzetto

Essere oggetto di studio...

 

Mentre stavo testando un nuovo motore di ricerca, immettendo il mio nome è saltato fuori un link dell'università di Georgetown di Washington D.C.
Con mia somma sorpresa uno dei miei diari di viaggio (quello relativo alla EastCoast americana, in particolare la pagina su Washington DC) è stata sezionata quasi parola per parola e commentata nell'ambito di uno studio dal titolo Towering in the Background: The impact of representational images and information about the Washington Monument on Italian tourists' memory of America.

La ricercatrice Katie Aberbach nella sua "Evidence part three" si è spinta a tradurre (devo dire fedelmente) il mio breve diario della giornata nella capitale statunitense, discutendo cosa avevo deciso di visitare, di come ho commentato i monumenti, di cosa e come ho fotografato, di cosa mi era piaciuto oppure no... Alla fine della sua analisi vengo fuori come il classico turista "cazzone" stile giapponese mordi e fuggi che vede l'America solo come specchio di film e telefilm e si limita a visitare le cose più classiche e famose... (cara Katie se aveste una storia un po' più lunga di qualche lustro magari ci sarebbe anche qualcosa di più da visitare... alcune case - masi - del mio paese sono del 1500 quando da voi ancora non c'era altro che bisonti tatanka...)

Alla fine seppur piacevolmente sorpreso di essere stato scelto come case-study mi rimane un po' di amaro in bocca per non essere stato contattato; non dico che ci volesse una mia autorizzazione a procedere per usare foto o testi, ma magari scambiando 2 chiacchere forse la signorina (signora) avrebbe potuto capire molte più cose e la sua ricerca essere più precisa (probabilmente avrà pensato che il turista buzzicone non spiaccicasse una parola di inglese).

Commenti (1) -

  • walter

    10/11/2006 12:23:27 | Rispondi

    bah non prendertela...io sono stato preso come caso studio da un blog di un'insegnante e una classe di ragazzini. Un ragazzo ha scelto il mio blog (per sbaglio però) e i suoi colleghi lo hanno commentato. Il commento medio è "noioso". Smile  


    e comunque come disse qualcuno: non importano cosa dicono di te, l'importante è che parlino di te! Se non altro salirà il tuo ranking pe via dei link! Smile


    P.S.


    non resisto a non commentare Wink

Aggiungi Commento

Copyright © 1997-2017 Sandro Rizzetto | All Rights Reserved | Riproduzione delle fotografie vietata | Powered by me