Il blog di Sandro Rizzetto

Canon 5DII video Picture Styles

 

I Picture Styles nelle reflex Canon sono una serie di impostazioni che è possibile applicare sia alle foto JPG che ai video. Ho specificato JPG in quanto scattando in RAW (come chiunque abbia investito un po’ di soldi in una reflex dovrebbe fare, altrimenti bastava la compattina o lo smartphone) non hanno nessun senso; in post-produzione infatti si può scegliere/cambiare quello che più aggrada o rivoltare l’immagine come un calzino.

Purtroppo per i video il discorso è diverso e la mia macchina non consente di girare in “raw” ma solo con un codec H.264 (il jpg del video, per intendersi) dove molti settings sono applicati “in diretta” dentro la macchina. Ecco che allora l’impostazione con la quale si gira è importante, perché poi in post-produzione andare a recuperare “errori” come ombre troppo scure o alte luci bruciate diventa molto piú difficile se non impossibile.

Senza dilungarsi e entrare in dettagli (esistono centinaia di post molto più esaustivi di questo) il consiglio che si dà è quello di girare con un profilo neutrale e “flat” che consente molte più operazioni di ritocco che non quelli predefiniti.

pic_styleVincent Laforet (e molti altri) consiglia di crearsi un Picture Style User Defined basato sul Neutral e poi azzerando Sharpness (per evitare il moire) e Contrast e lasciando la Saturation a –2  e il Color Tone a 0 (quindi 0, –4, –2, 0).

Io uso una variante (che chiamo Dr.House perché è quella che è stata usata per girare alcuni episodi) che ha la sharpness a 3 per evitare di andarla a mettere poi sempre in PP (3,-4,-2,0).

I Picture Style non sono solo una serie di settaggi di quei 4 parametri ma è possibile crearsi un vero e proprio stile tramite il Picture Style Editor scaricabile gratuitamente da qui. Così come esistono file di picture style speciali per la fotografia (ritratti, autunno, ecc.) sono stati creati alcuni esplicitamente per il video.

Uno dei più famosi è il CineStyle della Technicolor che è il più flat possibile (anche questo 0, –4, –2, 0 ma con i livelli molto piatti per permettere ampie possibilità di recupero in PP).

Se invece volete dare alle vostre riprese un effetto “pellicola cinematografica” allora questo picture style “Cinema” di Cineplus è quello che fa per voi.

Sul fronte dei setting predefiniti il Neutral ha anch’esso la sharpness a zero, ma contrasti e saturazione più alti (0,0,0,0); analogo è il Faithful (0,0,0,0) che però ha una leggera dominante rossa che non mi convince. Lo Standard (che è il default e che molti purtroppo usano per questo motivo) è invece troppo saturo e contrastato (3,0,0,0) e se avete delle zone in ombra “crushed” sarà durissimo recuperarle.

La settimana dopo aver girato nella mia cucina un video sulla preparazione dei biscotti, ho fatto alcune riprese variando Picture Style per capire se avrei potuto migliorare qualcosa; noterete che le ombre del mouse e dello sfondo con i picture styles predefiniti (soprattutto lo Standard ma anche il neutral classico) tendono a essere troppo chiusi. I due neutral tweeked (Laforet e Dr.House) sono invece già usabili così come sono (a meno di non essere Walter che satura anche una foto b/n Smile ) e comunque non servono grandi conoscenze di color grading o color correction per arrivare a un risultato accettabile. Il Cinestyle invece è per gente skillata che vuole tirare fuori il top da ogni clip e non si accontenta della fast color correction ma usa strumenti molto piú sofisticati. In fondo alla clip ho provato partendo dal cinestyle flat a dare un aspetto più gradevole ed in effetti si arriva facilmente a buoni risultati preservando particolari che i ps standard clippano.

Aggiungi Commento

Copyright © 1997-2017 Sandro Rizzetto | All Rights Reserved | Riproduzione delle fotografie vietata | Powered by me